Vaccini e obbligo (Parte I) – La doverosa premessa

Si informa la gentile utenza che è possibile essere in via generale ben disposti nei confronti dei vaccini e al contempo esserlo per una loro somministrazione libera, attenta, prudente e il più possibile personalizzata, applicata in coerenza coi rapporti di vaccinovigilanza e in un contesto di fiducia tra cittadini e istituzioni, in tentato equilibrio tra […]

Citazioni e responsabilità. Degli altri

Tizio qui. Caio qua. L’ha detto Orwell trallallero trallallà. È bello citare. Lo faccio anch’io molto spesso e sempre molto spesso risulta davvero utile a sintetizzare un concetto e soprattutto conferirne autorevolezza. Ipse dixit e bella lì. Ferma, statuaria, direi quasi ieratica la citazione adempie la propria funzione nel cerimoniale dell’evitamento, il nostro pane quotidiano. No, perché […]

Quella correzione in motivazione

È accaduto un fatto interessante. La Cassazione Civile prima sezione civile, con la sentenza n. 11504 depositata il 10 maggio 2017, ha mutato il proprio orientamento in materia di assegno divorzile dopo 27 anni. In estrema sintesi, il giudice di legittimità ha stabilito che il nuovo parametro per il giudizio d’inadeguatezza dei redditi o dell’impossibilità […]

En Marche sì, ma dove?

« Le vrai luxe de demain sera d’être isolable. La vraie liberté ne sera pas d’être relié aux autres, mais le droit de ne pas être branché »[1]   Se guardiamo col cuore oltre che con l’intelletto, in fondo, tra marche e marché passa un accento acuto, un’intonazione diversa, una variazione sul tema. Poco più […]

Melodramma e Tragedia

Una sera d’estate di parecchi anni fa, Ugo Tognazzi e famiglia passeggiavano sulla spiaggia di Torvajanica, diretti da un vicino che li aveva invitati a cena. Appena uscito di casa, Ugo s’era messo a magnificare la ricchezza dei loro ospiti, e non la finiva più. E avete visto quei tappeti, quelle automobili, quella barca, quei […]

Prima & dopo la cura

 In sintonia con il 150esimo dell’Unità d’Italia, mi sento in vena di anniversari, bilanci e morali. Ho cominciato la scorsa settimana con il bilancio di venticinque anni di frequentazione del varietà, ricavandone la seguente morale: com’è triste, il comico italiano! Oggi la serie prosegue con un altro bilancio venticinquennale: la mia prima (1986) e seconda […]

La morte accettabile

Parafrasando P. Ariès[1] possiamo indubbiamente constatare come oggi della coscienza che ognuno di noi ha o dovrebbe avere circa la propria morte non resta più nulla. Ciò che un tempo doveva essere conosciuto è ora celato, ciò che aveva carattere di pubblica solennità viene invece evitato. Laddove la necessità della rivelazione della morte costituisce tratto […]

Le monde va finir

“[…] Le monde va finir. La seule raison, pour laquelle il pourrait durer, c’est qu’il existe. Que cette raison est faible, comparée à toutes celles qui annoncent le contraire, particulièrement à celle-ci : Qu’est-ce que le monde a désormais à faire sous le ciel? — Car, en supposant qu’il continuât à exister matériellement, serait-ce une […]

Rasputin, il “povero (santo) diavolo” (Parte III)

Grigorij Efimovič Rasputin: un santo o un diavolo? Quid est veritas? Il caso di specie relativo alla leggenda nera che avvolge questo personaggio attiene alla presunta sua appartenenza ai “flagellanti” (хлыст, Khlysti): costoro appartenevano a una setta eretica apparsa verso la prima metà del XVII sec. d.C. in Siberia e fondata, sembra, da un contadino di […]