La morte accettabile

Parafrasando P. Ariès[1] possiamo indubbiamente constatare come oggi della coscienza che ognuno di noi ha o dovrebbe avere circa la propria morte non resta più nulla. Ciò che un tempo doveva essere conosciuto è ora celato, ciò che aveva carattere di pubblica solennità viene invece evitato. Laddove la necessità della rivelazione della morte costituisce tratto […]